Non c'è niente di costante tranne il cambiamento

Blog di Cristina Savi - DIRE FARE MANGIARE


Cerca nel blog

giovedì 30 maggio 2013

E se non è cacio che sapore ha?

Ispirata dalla ricetta di La via macrobiotica e dal momento che anch'io mi sento ripetere spesso ma con cosa sostituisco il formaggio sulla pasta?
Ho deciso di rispolverare questa ricetta e postarla a voi.


Certo la mia risposta alla domanda spesso è:"con gomasio". Oppure: "con nulla". Ma non basta e mi son trovata in alcune situazioni a dover fornire questa variante scoperta alcuni anni fa durante un lavoratorio (questa parola, nata da un refuso di scrittura mi è piaciuta al posto di laboratorio e ho deciso che rendeva meglio l'idea) di cucina presso La Sana Gola.

Non si parlava di questo, ma la cuoca, Ramona, alla domanda "ma come faccio a sostituire il parmigiano sulla pasta, a mio marito?" aveva fornito questa ricetta:

50 gr di semi di lino macinati
100 gr di germe di grano
100 gr di mandorle bianche non tostate (si possono usare anche quelle con la pellicina, da mettere in ammollo e "spellare" dopo alcune ore. Da lasciare asciugare bene)
1/2 cucchiaino di sale
lievito in scaglie q.b. (ricordiamo che è un lievito, usare con cautela)


 Macinare tutto con un macina caffè, o similare, e il prodotto è pronto. 

Io personalmente ho ridotto la quantità di sale e provato la variante con semi di sesamo macinati, che vi consiglio.

Per la fase iniziale di trasformazione può essere una buona alternativa. La ricetta non è prettamente macrobiotica.

Può accadere che con il tempo non se ne senta più l'esigenza, si scopre che si trattava di un'abitudine e che la "nuova" cucina ha altre esigenze e offre nuove opportunità di gusto.

Nessun commento:

Posta un commento