Non c'è niente di costante tranne il cambiamento

Blog di Cristina Savi - DIRE FARE MANGIARE


Cerca nel blog

lunedì 5 aprile 2010

L'evento

A cosa serve?
L'evento può essere utile per incontrare persone che non si vedono da tempo, per conoscere persone nuove, per festeggiare qualche ricorrenza particolare, per presentare una novità, un prodotto, un luogo.
Servono grandi eventi per avere successo? No, la risposta è no. Servono buone idee, apertura, buone relazioni pubbliche e buona organizzazione.

Oggi per esempio sono stata a Trarego, un paesino a 5 km sopra Cannero Riviera. Poche case, vicoli stretti, un panorama da togliere il fiato e case aperte per incontrare gli artisti.
I proprietari: quasi tutti stranieri, gli espositori: artisti locali e non.

Ecco l'evento:esposizioni di artisti in casa, nelle case delle persone. Giardini, cortili, cucine, salotti, camere completamente accessibili. Esposizioni di opere d'arte figurativa, scultura o fotografia.

Le scelte che funzionano, per un evento, sono quelle che creano familiarità, che incuriosiscono, che favoriscono i contatti, che richiamano persone.

Ecco i fattori che giocano un ruolo chiave: la location (area geografica o struttura architettonica dello spazio), l'idea (a volte sostituisce addirittura il prodotto), la rete.

Oggi c'erano gli ingredienti chiave. In più due aspetti che non possono mancare per generare soddisfazione, ritorno, buona reputazione e passa parola: L'OSPITALITA' e LA GENEROSITA'.
Ogni proprietario di casa aveva un sorriso e salutava con piacere, offriva qualche "stuzzichino" e qualcosa da bere.
Gli artisti erano disponibili e gentili. Le persone presenti allegre e rispettose.

I complici: il bel tempo, alcune buone opere e l'aria di festività.


E soprattutto non promettere mai quello che si sa di non poter mantenere!
Qui la promessa è stata mantenuta.

Nessun commento:

Posta un commento